Giampiero Pani al Salone del Libro di Torino

Salone Off Torino 2016In occasione del XXIX Salone Internazionale del Libro di Torino, nel contesto della manifestazione Salone OFF, in data 13 maggio presso La Bottega Fotografica, in Via Del Carmine 8, alle ore 18:00, lo scrittore Giampiero Pani presenterà il suo libro “Nordovest bardato di stelle”.

 

 

 

 

 

 

In occasione della pubblicazione di “Nordovest bardato di stelle”
Salone OFF
Narrativa Italiana
venerdì 13 maggio, ore 18:00
Bottega Fotografica
a cura di

  • NEOS EDIZIONI
  • Bottega Fotografica
  • Associazione Centro Storico di Torino
partecipanti

  • Giampiero Pani

 

Agosto 1996: Torino è afosa e deserta. Lungo il fiume si combatte una battaglia per qualcosa di remoto e di esotico, sotto gli occhi di tutti ma sconosciuto ai più. Il protagonista di queste avvincenti pagine riassapora l’antica tentazione dell’avventura e accetta la sfida che il destino gli propone.
Sino all’incidente tutto andava bene, per il giovane Tommaso: la vita era quieta, serena e presto sarebbe diventato padre. Ma la sorte, sotto forma di un’ombra, bussa letteralmente alla porta della sua casa e lo coinvolge in eventi che non ammettono neutralità. Tommaso allora scende in campo e prova nuovamente l’emozione dell’ignoto. Il suo corpo è limitato nei movimenti ma la mente lavora febbrilmente: ricorda la sua sete di viaggi, l’incontro cruciale nel delta dell’Orinoco, le narrazioni intense o buffe di zio Nino e di Franco, e nello stesso tempo cerca di decifrare il mistero dell’ombra, del quaderno e dei bruti che si aggirano nella città deserta, pronti a colpire.
L’Autore, attraverso un intreccio di storie appassionanti, trascina il lettore avanti e indietro per le carte geografiche e per il tempo: è una corsa vertiginosa verso la soluzione dell’enigma, certo, ma è anche la ricerca di risposte alle domande fondamentali sulla vita. Il finale, davvero pirotecnico, costringerà il lettore a dire la sua.

 

Intervista radiofonica a Giampiero Pani

Paolo Conte e Giampiero PaniEstratto dall’intervista radiofonica a Giampiero Pani:

“Nell’agosto del 1996 un tranquillo funzionario di compagnia assicuratrice si trova in un bel guaio: si trova bloccato in casa, bloccato in casa per un piccolo incidente, lontano dalla moglie che è in montagna, ad agosto non c’è nessuno in città, non c’è nessuno nel caseggiato, o almeno lui pensa che non ci si sia nessuno, in realtà si trova nel bel mezzo di una battaglia, pian piano capisce di trovarsi nel bel mezzo di una battaglia. Questo è tutto quello che capisce, nel senso che, inizialmente almeno, non gli è chiaro né chi sono i contendenti, né per quale motivo si stia combattendo ; tutto questo lo porta all’interno di una storia misteriosa, una storia che lo riempie di paura, anche perché ha degli aspetti irrazionali, e lui è una persona molto razionale in realtà, e quindi si trova davvero spaventato di fronte a fatti che non riesce a spiegare; e questo è l’inizio di una storia che se poi la racconto per intero non si legge più il libro…”
“… Torino è una buona location  per una storia che ha del mistero, anche se nel libro il mistero è soltanto una componente della storia, è soltanto il filo rosso centrale che porta il lettore dall’inizio alla fine, poi però ci sono altre storie che si intersecano, che in realtà poi portano forse il concetto di fondo del romanzo… in fondo è un libro di avventura, di viaggio…”
“… il titolo è un omaggio al grandissimo Paolo Conte, in quanto nella sua celebre canzone “Diavolo Rosso” ad un certo punto dice “guarda le notti più alte di questo nordovest bardato di stelle”…

 

In questa pagina l’intervista integrale: http://www.primaradio.it/simplyread/05.02.16%20-%20Gianpiero%20Pani%20-%20Nord%20ovest%20bardato%20di%20stelle.mp3

 

Presentazione del libro “Nordovest bardato di stelle” a Venezia

Presentazione libro di Giampiero Pani a VeneziaL’Associazione Venezia Consapevole organizza per il 1 marzo 2016 la presentazione del romanzo “Nordovest bardato di stelle” di Giampiero Pani.

Editore: Neos Edizioni (Torino)

 

 

 

“Agosto 1996: Torino è afosa e deserta. Lungo il fiume si combatte una battaglia per

qualcosa di remoto e di esotico, sotto gli occhi di tutti ma sconosciuto ai più.

Il protagonista di queste avvincenti pagine riassapora l’antica tentazione

dell’avventura e accetta la sfida che il destino gli propone.”

 

Il romanzo racconta una vicenda – di fantasia – che si svolge a Torino nel 1996 e che vede protagonista un giovane funzionario di compagnia assicuratrice, Tommaso, il quale in passato ha molto viaggiato, subordinando tutto alla sua inquietudine desiderosa di avventura, sino al matrimonio con Lara. Il protagonista è felice della sua attuale condizione personale, sentimentale e lavorativa, tanto più che ha da poco appreso che diventerà padre. Nel mese di agosto un piccolo incidente lo blocca in casa e lo separa, per alcuni giorni, dalla moglie, rimasta in montagna. Presto scopre che attorno a lui, nel caseggiato e nella città semi-deserta, si sta svolgendo una battaglia. Non comprende, inizialmente, per che cosa si stia combattendo, né chi siano, effettivamente, i contendenti. A tratti gli sembra di entrare in contatto con entità non umane, poiché è testimone di eventi che non riesce a spiegare razionalmente. Lo scontro in corso è violento e finisce col coinvolgerlo: Tommaso si schiererà, d’istinto, per una delle parti in lotta, peraltro senza ben comprendere chi stia aiutando e per quale finalità ultima gli si chieda di intervenire. Solo alla fine del romanzo si comprenderà che cosa è accaduto realmente.

Con la vicenda principale sopra sintetizzata si intrecciano altri racconti, collegati in vario modo alla battaglia in atto ed al ruolo che vi assume Tommaso. Le altre vicende, spesso svolgentisi in luoghi lontani, compaiono sotto forma di ricordi del protagonista o di narrazioni fatte da altri personaggi. I tanti fili del romanzo si annodano ( ed i nodi si sciolgono…) nelle pagine finali.

Da quell’intreccio emerge con chiarezza il tema di fondo dell’opera: l’inquietudine e la necessità del viaggio e dell’avventura, sia come tratto psicologico peculiare di un certo tipo di persone, sia come tratto caratterizzante della nostra civiltà occidentale.

Il romanzo narra anche episodi drammatici e vicende dolorose ma, ciò malgrado, conserva, come “ tono di base ”, un piglio sostanzialmente scanzonato e brioso. Il ritmo è intenso ed i lettori hanno spesso dichiarato che “ riesce difficile interrompere la lettura ”. Alla base vi è un meccanismo grosso modo riconducibile al thriller e/o al mistery, ma, a ben guardare, si tratta, in realtà, di una gioiosa “ favola avventurosa per adulti ”.

 

Martedì 1 Marzo 2016

alle ore 18.15

Presso la Scoléta dei Calegheri

Campo San Tomà- San Polo 2855,  Venezia

Ingresso gratuito.

 

Partecipa l’autore

il quale fa sapere: “ Preciso che le mie presentazioni sono un po’ diverse dal solito, perché l’esposizione del libro da parte dell’autore è intervallata dalla lettura di una serie di ( brevi ) brani del libro affidata ad attori, con sottofondo di immagini e suoni di grande efficacia evocativa ( voci e suoni registrati ).

 

Patrocinata da Ass. Culturale Sportiva “L’altra Venezia”

In collaborazione con Patto Città Consapevole

logo1

 

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione del libro di Giampiero Pani

Romanzo di Giampiero PaniLa Fondazione dell’Avvocatura Torinese Fulvio Croce organizza per il 12 febbraio 2016 la presentazione del romanzo “Nordovest bardato di stelle” di Giampiero Pani.

– INTRODUCE:

Emiliana OLIVIERI

(Presidente Fondazione dell’Avvocatura torinese “Fulvio Croce”)

– NE DISCUTONO:

Bruno GAMBAROTTA

(Scrittore)

e

Silvia Maria RAMASSO

(Neos Edizioni)

– SARA’ PRESENTE L’AUTORE

 

 

12 FEBBRAIO 2016 ore 18.30

FONDAZIONE “FULVIO CROCE” – Via Santa Maria 1 – Torino

Segue aperitivo

 

ISCRIZIONI: programma RICONOSCO

FUORI TORINO: prenotazionecorsi@ordineavvocatitorino.it

La partecipazione è titolo per l’attribuzione di crediti formativi